VieTrasporti Web

logo fiaccola                 Facebook  Twitter  Google  YouTube  Pinterest        cookie policy

A+ A A-

I monster Truck equipaggiati da BKT tornano in Europa

  • Pubblicato in News

Lo spettacolare tour Monster Jam sta per tornare in Europa sponsorizzato da Bkt. È la 18esima edizione dello show americano, che continua ad accrescere il proprio successo, aggiungendo nuove tappe e coinvolgendo sempre più appassionati. L’evento attira l’attenzione ogni anno di oltre quattro milioni di spettatori in tutto il mondo.

Il calendario degli appuntamenti europei è molto fitto: sette città e cinque Paesi diversi. La prima tappa è prevista il 4 giugno a Barcellona (Estadi Olímpic Lluís Companys), l’11 giugno a Madrid (Estadio Vicente Calderón), il 2 luglio a Rotterdam (Feijenoord Stadium) e il 3 settembre a Cardiff (Principality Stadium). Dal 17 settembre il tour proseguirà a Göteborg (Ullevi Stadium), l’8 ottobre a Francoforte (Commerzbank-Arena) e terminerà il 12 novembre a Stoccolma (Friends Arena). 

Monster Jam è uno spettacolo in cui i giganteschi monster truck si impegnano in incredibili acrobazie, capovolte, salti e gare a tempo su circuiti a ostacoli. Bkt ha un ruolo fondamentale nello show: per consentire ai driver di eseguire le più spettacolari performance acrobatiche, l’azienda ha progettato e sviluppato uno speciale pneumatico, il Bkt Monster Jam Tire, caratterizzato da una straordinaria resistenza agli urti.

È il terzo anno consecutivo in cui Bkt affianca lo show in qualità di sponsor tecnico ufficiale ed esclusivo di pneumatici per Monster Jam grazie all’accordo con Feld Motor Sports, organizzatore del tour mondiale Monster Jam.

Leggi tutto...

La corporate social responsibility secondo BKT

  • Pubblicato in News

Sin dal suo esordio, BKT ha operato secondo un modello produttivo e di business orientato alla sostenibilità. La responsabilità sociale d’impresa ha sempre guidato le decisioni dell’azienda, ponendo al centro le persone e il loro benessere, nel rispetto di standard di lavoro adeguati, e mirando a ridurre sprechi e inquinamento attraverso strutture autonome da un punto di vista energetico e dal ridotto impatto ambientale.

“Se i valori di BKT rappresentano la ricca eredità trasmessa dalle nostre tradizioni, la sfida odierna è dare loro continuità, trasformandoli in uno stile di vita - sostiene Arvind Poddar, chairman e managing director di Balkrishna Industries Limited (BKT) - La mission di BKT è di istituzionalizzare questo modello, consapevoli che non sarà realizzabile in un breve periodo, ma sicuramente vissuto nella costante promessa di creare un ambiente dove i Valori siano davvero orientati al benessere di tutti”.

Un dichiarato impegno che quotidianamente si traduce in azioni tangibili, come la costruzione dell’ultimo stabilimento di Bhuj, nello stato del Gujarat, inaugurato agli inizi di dicembre 2015 con un investimento da 500 milioni di dollari. Un impianto produttivo autonomo che rappresenta oggi un brillante esempio di “fabbrica sociale” poiché ospita una housing colony per i dipendenti, offrendo la possibilità alle loro famiglie di vivere all’interno della comunità e usufruire gratuitamente di un ospedale, una stazione dei vigili del fuoco, un grande centro ricreativo, una scuola, una guest house e altre strutture di interesse per l’intera collettività.

Etica e responsabilità sociale sono rappresentati anche dalla BKT Foundation che opera nel sostenere progetti diversi: in ambito sanitario, ha provveduto alla donazione di un’unità di terapia chirurgica intensiva all’ospedale di Aurangabad e all’importazione di macchinari tecnologicamente avanzati per il trattamento di pazienti con insufficienza cardiaca e respiratoria per un ospedale di Mumbai, mentre a sostegno dell’importante diritto allo studio, ha sovvenzionato un percorso formativo gratuito per 800 ragazze in una scuola nello stato del Rajasthan, vicino agli impianti produttivi di Bhiwadi e Chopanki nel nord dell’India e supporta tutt’oggi la formazione universitaria di brillanti studenti indiani in prestigiosi istituti in India e all’estero. La BKT Foundation affianca infine la Akshaya Patra Foundation, un ente che collabora con il governo indiano per assicurare l’istruzione ai bambini meno fortunati, salvandoli dalla strada e portandoli nelle scuole. Non solo, la Akshaya Patra Foundation ha implementato un importante programma di refezione che intende fornire cibo a oltre 1,4 milioni di bambini di 10.000 scuole dislocate in dieci stati in India.

Si tratta di valori che permeano l’intera comunità di BKT, come lo dimostra l’adesione individuale dei dipendenti a iniziative di sensibilizzazione quali l’annuale Maratona di Mumbai per la raccolta di fondi a scopo benefico o alle campagne di donazione di sangue. Recentissima poi l’azione alla manifestazione fieristica Fima di Saragozza, in Spagna, in collaborazione con il partner San Jose, dove sono stati distribuiti ai visitatori 10.000 palloni da calcio, a fronte del contributo di un euro per ogni pallone, destinati ad Aspanoa, un'associazione spagnola di sostegno alle famiglie con bambini affetti da tumore.

“La sostenibilità in BKT nasce dalla piena consapevolezza dei disagi vissuti da gran parte del mondo e dalla ferma volontà di essere parte attiva nel contribuire al miglioramento delle condizioni di vita di tutti. Una filosofia di lavoro che passa in primis attraverso processi produttivi a ridotto impatto ambientale, per investire poi la comunità lavorativa, la società civile, fino a essere concreto supporto alle attività di carattere umanitario - afferma Lucia Salmaso, ad di BKT Europe - Un comportamento virtuoso con l’ambizioso obiettivo di essere un fattivo esempio per altre imprese, di qualsiasi livello e mercato, solo così possiamo pensare al futuro, per noi e per le generazioni che verranno”.

Una sostenibilità “certificata” dai molteplici riconoscimenti, in quanto impresa che opera in conformità con le normative in materia ambientale, tra cui la Direttiva Europea “REACH”, adottata dall’industria chimica per migliorare la salvaguardia della salute umana e dell’ambiente, le certificazioni ISO 9001:2000 per il suo Sistema di Gestione della Qualità e ISO 14001:2004 per la realizzazione di un efficace Sistema di Gestione Ambientale.

BKT è stata premiata anche dal governo indiano con l’assegnazione per tre anni consecutivi del National Energy Conservation Award, conferito alle aziende che si sono distinte nella gestione delle risorse naturali.

Leggi tutto...

Nuovo traguardo per BKT

  • Pubblicato in News

Inaugurato in grande stile il moderno stabilimento di Bhuj, pezzo forte di BKT. E pensare che quando il Gruppo ha iniziato a realizzare il suo “fiore all’occhiello”, con un investimento di 500 milioni di dollari, l’area si presentava come una distesa di 126 ettari di brullo deserto, senza acqua né corrente elettrica.

I lavori per lo stabilimento di Bhuj, nello stato del Gujarat, a un centinaio di chilometri dal confine con il Pakistan e a circa 60 dal porto di Mundra, sul Mare Arabico, sono iniziati nel gennaio 2011; hanno comportato la posa di una condotta per l’acqua potabile lunga 8 chilometri e di 13 chilometri di linea elettrica. Il primo pneumatico usciva dalla linea già nel marzo 2012, anche se l’intero progetto sarà ultimato nel 2016.

Dopo aver raggiunto una produzione giornaliera di 150 tonnellate, pari a circa il 50% della sua capacità produttiva massima, lo stabilimento BKT di Bhuj è stato inaugurato agli inizi di dicembre 2015 alla presenza di numerosi ospiti provenienti da ogni parte del mondo. Durante le visite inaugurali, i partecipanti hanno potuto ammirare i reparti produttivi equipaggiati tra l’altro con modernissimi mixer per le mescole, complessi macchinari per la produzione dei cerchietti in acciaio e nuove presse vulcanizzatrici per pneumatici anche di grandi dimensioni. BKT interna

Fra gli pneumatici attualmente in produzione a Bhuj ci sono 22 misure della gomma piena Maglift e varie misure dello pneumatico Liftmax LM 81, entrambi per carrelli elevatori, la misura 280/75 R 22.5 dello Portmax PM 93 per gru a cavaliere e anche l’enorme pneumatico Earthmax SR 45 Plus per dumper.

Il circuito di prova dello stabilimento di Bhuj, unico in India, è stato studiato per verificare il comportamento degli pneumatici e il comfort di guida su diversi fondi stradali omogenei o accidentati. Diversi produttori indiani hanno già richiesto di poter utilizzare il circuito BKT per i loro test. A fianco del circuito sta sorgendo il centro ricerca e sviluppo dove sono in programma ricerche su nuovi polimeri e nuovi composti per i battistrada. Dall’altro lato del complesso è in funzione una centrale termoelettrica che copre il fabbisogno di vapore acqueo e corrente elettrica di tutto il complesso. Grandi vasche di raccolta assicurano una riserva idrica anche in periodi di siccità.

“La principale risorsa per la crescita e il successo di qualsiasi azienda è il suo personale” sostiene Arvind Poddar, presidente e amministratore delegato di BKT. In linea con questa convinzione, sei ettari dell’area dello stabilimento di Bhuj sono stati destinati al villaggio per i dipendenti, con moderni appartamenti per 406 famiglie, spaccio, area verde e centro ricreativo, ambulatorio medico e stazione dei vigili del fuoco che intervengono anche in caso di emergenze esterne all’impianto di Bhuj. Inoltre sono state realizzate 90 stanze per ospiti e studenti inseriti in un progetto di collaborazione fra BKT e l’università. Come tutti gli stabilimenti BKT, anche Bhuj ha ottenuto la Certificazione di Qualità ISO 9001: 2000. Per quanto riguarda i parametri di produzione, controllo qualità, e normative in materia ambientale, BKT aderisce ai più rigorosi standard internazionali.

“L’impianto produttivo di Bhuj è una pietra miliare nella crescita di BKT", afferma Lucia Salmaso, amministratore delegato di BKT Europe. "Non solo per il suo elevato livello tecnico e qualitativo, ma anche perché è lo stabilimento BKT più vicino a uno scalo portuale, elemento decisivo per accelerare i tempi di spedizione. Un grande vantaggio anche per quelle aziende che hanno scelto pneumatici BKT per il primo equipaggiamento”.

Leggi tutto...

Monster Truck è ora un videogioco

  • Pubblicato in News

Monster Jam Battlegrounds è il videogioco che fa provare tutto il brivido di Monster Jam con i suoi circuiti originali, gli ostacoli e le spettacolari esibizioni, con tanto di rombi dei motori dei Monster Truck. Monster Jam Battlegrounds, direttamente disponibile in download da Xbox Live Arcade per Xbox 360 e PC Steam e a partire dal 14 luglio anche dal PlayStation Network per PlayStation 3, assicura forti emozioni con la guida del proprio Monster Truck preferito. I fan possono scegliere tra 23 modelli diversi, tra cui anche Grave Digger, MAX-D, Monster Mutt, Son-uva Digger e El Toro Loco. BKT, come sponsor tecnico ufficiale di Monster Jam, equipaggia tutti i Monster Truck reali e virtuali con gli pneumatici Monster Jam Tires. I giocatori possono scegliere tra quattro modalità di gioco: Skill, Stunt, Racing e Freestyle. Skill dà la possibilità di testare le proprie abilità di driver controllando velocità ed equilibrio su 45 diverse piste, mentre con Stunt si possono fare salti e acrobazie incredibili e distruggere i veicoli. Il giocatore può così sperimentare corse e competizioni freestyle in cinque stadi Monster Jam autentici. 
Il nuovo videogioco Monster Jam Battlegrounds contribuirà sicuramente ad aumentare il successo e il numero dei fan che d’ora in poi potranno provare l’emozione e il brivido del Monster Jam show anche da casa. Monster Jam rappresenta la proprietà di Monster Truck più grande e più amata dal pubblico, che attualmente coinvolge oltre 4 milioni di spettatori in tutto il mondo con più di 350 spettacoli pieni d’azione ogni anno. Viene trasmesso in America su FOX Sport 1 e globalmente con distribuzione televisiva in oltre 200 Paesi.
Ecco il video di presentazione di Monster Jam Battlegrounds:

Leggi tutto...

Bkt da show

  • Pubblicato in News

Giunto alla sua diciassettesima edizione con oltre quattro milioni di spettatori in tutto il mondo, lo spettacolare show americano Monster Jam sarà di nuovo in Europa per bissare il successo dello scorso anno. Lo show è sempre affiancato da Bkt, sponsor tecnico ufficiale di pneumatici grazie a un accordo che lega, fino al 2018 e in via esclusiva, Feld Motor Sports, organizzatore della manifestazione, a Balkrishna Industries (Bkt).
I monster truck eseguono acrobazie, salti, gare a tempo: uno show molto impegnativo sia per i truck, sia per gli pneumatici sottoposti a incredibili sollecitazioni. Motivo per cui Bkt ha progettato uno speciale pneumatico, il Bkt Monster Jam Tire.
Lo spettacolare show americano farà tappa in Spagna all’Estadio de Mestalla di Valencia il prossimo 6 giugno, all’Estadio Vicente Calderón di Madrid il 13 giugno e all’Estadio Olímpic Lluis Companys di Barcellona il 20 giugno. Il tour proseguirà poi in Belgio, con l’ultimo appuntamento europeo dell’estate in calendario al Koning Boudewijnstadion / Stade Roi Baudouin di Bruxelles il 28 giugno.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente